http://www.pernaeladanza.it/wordpress/wp-content/uploads/2018/07/IMG-20180704-WA0010.jpg

“Il lago dei cigni” e il grande successo della scuola di danza Arabesque.

by admin Leave a Comment

La scuola di danza Arabesque, per il suo diciottesimo saggio di danza, ha portato in scena uno dei più eccelsi capolavori del repertorio classico: “Il lago dei cigni”, su musiche di Tchaikovsky.
“Lago” rappresenta il sogno di ogni insegnante, poiché per renderne omaggio in un saggio di danza, occorre che i giovani danzatori allievi siano tecnicamente pronti a rispettare canoni ed elementi tecnici imprescindibili per la stessa esecuzione del “balletto”.
Anche per la maestra Viviana esso rappresentava un obiettivo quasi onirico ma, per il buon livello raggiunto dalla scuola, questo desiderio è divenuto realtà.
Le giovani allieve, infatti, hanno dimostrato sul palco padronanza della tecnica ed una forte presenza scenica, rendendo in primis orgogliose le maestre e lasciando incantato e stupito il pubblico.

 

Il saggio di danza

Svoltosi il 16 Giugno presso il Teatro Eschilo in Gela, ha visto come protagonisti la tredicenne Maria Carla Ognisanto nel ruolo di Odette, Maria Pia Bruscia nel ruolo di Odile, Virginia Nicoletti in una prorompente versione del mago Rothbart ed il giovane attore gelese Stefano Rizzo nel ruolo del principe Siegfried.
Una non indifferente difficoltà, nella costruzione del tema unico di “Lago”, era trasporre in chiave moderna il suo contenuto, rispettando la maestria con cui il balletto classico fu creato in origine, ma l’estro e la creatività della maestra Annalisa hanno fruttato un terzo atto ricco di pathos, con una ricerca musicale degna di nota ed una scorrevolezza esemplare nella narrazione della storia d’amore tra Odette ed il principe Siegfried.

 

Grandi elogi per il sapiente e rispettoso lavoro delle maestre nei confronti di questo capolavoro della danza. Ogni anno la scuola di danza Arabesque lascia tutti sbalorditi per l’eleganza dei propri spettacoli, per le capacità  ed i progressi continui delle allieve, spronate dalle insegnanti a fare questo percorso con estrema cura e dedizione, poiché la cura e la dedizione rappresentano armi vincenti nella vita, qualunque sia il percorso futuro che le giovani sceglieranno di perseguire.

 
Fotografie: Mauro Ferrara.

Condividi il nostro pensiero su: Facebooktwitter
admin“Il lago dei cigni” e il grande successo della scuola di danza Arabesque.

Lascia un commento