http://www.pernaeladanza.it/wordpress/wp-content/uploads/2016/11/Arabesque-perna-e-la-danza-gela-viviana-e-annalisa-perna.jpg

Scuola di danza… quale scegliere?

by admin Leave a Comment

Il nuovo anno accademico è da poco iniziato e molti dei genitori si sono posti o si stanno ancora ponendo alcuni quesiti come: la/lo mando a danza? In quale scuola? Scuole professionali? Scuole private? Con quale insegnante?

Ma una delle prime cose da chiedersi è se effettivamente il proprio figlio/a è veramente appassionato alla danza, perché ogni nuova strada, se è intrapresa con la gioia di farla, sarà più semplice, infatti non si deve imporre una disciplina o uno sport, ma è sempre bene capire in cosa i figli sono portati e di conseguenza assecondare il loro volere, altrimenti si troveranno impegnati in qualcosa che non faranno volentieri.

Detto ciò, le scuole di danza si dividono in: Scuole Professionali e Scuole Private.

 

Scuole Professionali

Le Scuole Professionali in Italia sono ad esempio l’Accademia del Teatro alla Scala di Milano, Scuola di danza del Teatro dell’Opera di Roma, l’Accademia Nazionale di danza di Roma e Scuola di danza del Teatro San Carlo di Napoli.

Per poter accedere a queste scuole bisogna prima dover sostenere un’audizione di solito in età molto giovane, che cambia a seconda della scuola, infatti si va dai corsi di propedeutica alla danza che iniziano a 6 anni, oppure ci sono i corsi normali che vanno all’incirca dai 9 anni in su.  Queste audizioni sono soprattutto una selezione fisica dove vanno valutate le proporzioni, le aperture, la schiena, il salto, la forma delle gambe, la conformazione dei piedi e la musicalità. Sicuramente non è semplice scegliere una di queste in primis in base alla lontananza e alle esigenze familiari.

 

Scuole Private

Nelle Scuole Private invece, si può iniziare lo studio della danza anche molto prima rispetto alle scuole professionali. Parliamo così di “pre-danza”, attraverso la quale, l’allievo acquisisce le prime nozioni e impara a stare in gruppo e a socializzare.
Le scuole private sono moltissime, ma tra esse possiamo trovare vari livelli di serietà e professionalità. Questa distinzione, purtroppo, potrà essere ben distinta, solo quando verrà creato un regolamento ben preciso che controlli la qualità e la professionalità delle suddette. In mancanza di esso, possiamo pur sempre riconoscere un ottima scuola di danza privata (Leggi il nostro articolo su “Scegli la scuola giusta per i tuoi figli“), e di conseguenza insegnanti competenti, attraverso alcuni elementi da tenere presenti. Tra questi elementi ricordiamo che:

  1. La struttura deve essere adeguata, cioè deve presentare una o più sale attrezzate con specchi e sbarre e con il classico pavimento di legno o di linoleum; degli spogliatoi consoni; un’entrata con posto dedicato ai genitori per attendere i loro figli;
  2. L’insegnante deve essere un insegnante qualificata, perché molto spesso troviamo scuole di danza in cui la maestra non ha gli adeguati riconoscimenti e le adeguate capacità;
  3. I corsi non devono essere troppo affollati;
  4. L’aspetto psicologico e fisico,in quanto essere seguiti da maestri qualificati diventa anche un supporto morale per i propri figli ma anche un supporto fisico cioè sapere quali aspetti del corpo vanno trattati, soprattutto in giovane età. Tutto ciò perché la danza è una disciplina meravigliosa ma se fatta “male” può rovinare.

Tutto ciò serve per valutare personalmente se la scuola fa al caso vostro e a valutare il livello di serietà della stessa.

Le scuole private sono così una grande opportunità per un bambino o una bambina, che voglia seguire una sua passione indipendentemente dal fatto che sia portato o meno, infatti se non esistessero le scuole private, un giovane appassionato non potrebbe cominciare questo percorso, ma sempre stando attenti a quale scuole state scegliendo. Inoltre, anche partendo da una buona scuola privata, si può proseguire verso un vero e proprio percorso professionale verso tutte le scuole e i corpi di ballo.

 

 

Condividi il nostro pensiero su: Facebooktwitter
adminScuola di danza… quale scegliere?

Lascia un commento